Consigli utili

Una serie di consigli (quasi) sempre disinteressati
Una serie di consigli (quasi) sempre disinteressati

In questa sezione potrete trovare alcune indicazioni utili. Qualche suggerimento. Per lo più opinioni che non hanno la pretesa di essere verità assolute. Si tratta infatti di notazioni soggettive che, come unica base, hanno solo la nostra trentennale esperienza.

In questi trent’anni abbiamo commesso errori e ne abbiamo visto commettere, dai committenti, dagli amministratori di condominio, dai progettisti. Spesso, infatti, capita di verificare che qualcosa poteva essere fatto meglio se…se il progettista era più capace …se il direttore dei lavori era più attento…se l’impresa era più professionale…se il committente era meno ossessionato dall’idea di spendere il meno possibile.

Per quanto ci riguarda, certi di essere capaci ed in buona fede (scusate la presunzione), siamo, però, impietosi, nei nostri confronti. Ogni sera al termine del lavoro non scappiamo a casa in tutta fretta. Dedichiamo 5 minuti a verificare il lavoro fatto durante la giornata. A compiacerci ma anche a criticarci e, se, per qualsiasi motivo, qualcosa non è riuscito a regola d’arte, (non è frequente ma può capitare. Credeteci: magari raramente ma è capitato a tutti!) ci impegniamo a trovare la giusta soluzione in tempi rapidi.

Per i restanti soggetti che dire?: dai progettisti e dai direttori dei lavori abbiamo spesso imparato qualcosa. Potremmo citare decine di professionisti conosciuti in cantiere e con i quali oggi intratteniamo rapporti, se non proprio di amicizia, di reciproca stima. Con i quali all’occorrenza ci scambiamo saperi. I loro di tipo accademico ed i nostri di tipo esperienziale.

Anche di amministratori ne abbiamo incontrati tanti, alcuni un po’ più pigri, almeno così a noi sono apparsi, altri più dinamici. Tutti accomunati da una miriade d’incombenze tecnico/amministrative che negli anni abbiamo visto appesantirsi. Nel tempo abbiamo imparato a riconoscere quelli, pochissimi, un po’ troppo scaltri e abbiamo fatto di tutto per evitarli.

Il committente invece è uno spaccato del genere umano, con i suoi vizi e le sue virtù. Una sola cosa ci sentiamo di dire rivolgendoci a loro. Questa: un buon lavoro è quello che parte con il piede giusto. Il committente più attento nella selezione delle figure tecniche, progettista e direttore lavori, chiamati, poi, ad assisterlo, solitamente, è quello che ottiene i risultati migliori.